PresentazioneMedics1 1(ASI) II1 2 maggio si è tenuta presso la Sala “Pio La Torre” del Comune di Foligno la prima conferenza stampa di “Medicus: Premio Gentile da Foligno” che si terrà dal 19 al 21 maggio.

L’evento vuole ricordare Gentile da Foligno, l’illustre medico italiano, vissuto a cavallo del XIII e XIV secolo e giudicato uno fra i più grandi medici della storia. Infatti è lui il padre della Urologia e Nefrologia ed è stato il precursore della medicina moderna per via delle sue rilevanti opere che hanno rappresentato una fonte essenziale di conoscenza  per tutto il mondo.

La sua memoria è eroicamente collegata alla solidarietà che dimostrò in periodo di peste, durante la quale diede supporto ai molti malati e moribondi sia a Foligno che a Perugia, città ai tempi divise dalla guerra, fino a quando non contrasse lui stesso la malattia e morì, nel 1348.

Rianimando le memorie di “un Premio Nobel del passato”, come lo ha definito il Sindaco del Comune di Foligno. Stefano Zuccarini, l’intento dell’evento è quello di far diventare Foligno il centro medico italiano per eccellenza, richiamando specialisti da tutta Italia e incentivando il dialogo medico-scentifico.

Foligno infatti è stata la patria di Gentile a cui sono state dedicate una via e una scuola. Oggi, dopo due anni di pandemia, quasi a ricordare l’eroico sacrificio di Gentile durante la peste, la città ha deciso nuovamente di omaggiarlo.

Molti, e tutti  importanti,  sono gli obiettivi che si prefigge “Medicus 2022: Premio Gentile da Foligno”, tra i quali va segnalato quello di approfondire il tema dell’invecchiamento della popolazione, risaltando il valore che il fenomeno riveste all’interno della società.

A descrivere dettagliatamente il programma ed i contenuti della tre giorni di Medicus 2022 è stata il Consigliere della maggioranza del Comune di Foligno con l’ incarico ai Grandi Eventi, Caterina Lucangeli, la quale ha rimarcato sia il grande impegno profuso da tutti gli organizzatori  sia l’importanza che riveste questa iniziativa di livello mondiale. Un evento , unico nel suo genere, ma così solenne che dà lustro alla città,  all’Umbria ed all’Italia. Infatti, “Medicus 2022: Premio Gentile da Foligno”.   può contare un parterre di ospiti di primissimo ordine.

L’evento toccherà svariati campi, dottrine e problematiche di estrema attualità. Si parlerà di poesia, di arte, di scienza, di medicina e di socialità e verranno premiati quei personaggi che  si sono distinti per essere stati un esempio, non solo per le giovani generazioni, ma per tutti.

La prima giornata di Medicus è prevista per il 19 maggio, alle ore 10, verterà sull’incontro con le scuole superiori della città di Foligno per la selezione delle tre migliori poesie aventi ad oggetto il tema “il giovane e il vecchio”che nella giornata conclusiva verranno premiati con delle borse di studio. Alle 12 i ragazzi incontreranno anche la scrittrice Edith Bruck.

L’evento continuerà alle 17 con Vittorio Sgarbi, il quale invece focalizzerà il suo intervento su “Come l’arte ha saputo interpretare la vecchiaia” e si concluderà alle 18:30 con la consegna del premio a Sua Eccellenza  monsignor Vincenzo Paglia, presidente della commissione per riforma socio-sanitaria della popolazione anziana, per l’impegno profuso a tutela dei diritti dell’anziano.

Nella serata di venerdì 20 maggio, alle 20:30, l’incontro proseguirà con l’urologia, l’oculistica, l’udito, la psichiatria, la medicina predittiva con la partecipazione di esperti del settore. Per l’occasione interverrà anche Filippo Anelli, presidente dell’Ordine Nazionale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri d’Italia.

Nella giornata conclusiva del 21 maggio, alle 10, Medicus 2022 si sposterà a Perugia in compagnia dell’ Ordine dei Medici  per trattare il fenomeno dell’invecchiamento nell’attuale servizio sanitario e le nuove prospettive. Presenzieranno  il presidente dell’ordine della Provincia di Perugia, la dott.ssa Verena De Angelis  e  Filippo Anelli, presidente dell’ordine Nazionale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri d’Italia. Interverranno S.E. Monsignor Vincenzo Paglia e la presenza della direttrice del reparto di Geriatria di Perugia,  Prof.ssa Patrizia Mecocci.

A elencare e specificare i seguenti appuntamenti a tema sanitario è stato il dottor Moreno Finamonti, presidente dell’associazione SOPHIA Umbria-Marche, il quale ha raccontato la figura di Gentile e la sua rilevanza in campo sanitario: “Gentile fu il primo grande urologo e con lui nacque la dignità della professione di medico”.

Il dottor Finamonti  ha inoltre spiegato che è stato proprio questo il presupposto ideale e curativo che ha reso le Fonti dell’Acqua di Sassovivo, con il suo presidente Leonardo Tacchi, il principale sponsor dell’evento, appunto perché le sue proprietà organolettiche a livello urologico riprendevano le tematiche introdotte dallo studio di Gentile.

Per concludere l’evento, alle 20:30, nella corte di Palazzo Trinci, verranno consegnato il premio “Gentile da Foligno”ai “grandi del passato”,  personaggi illustri che si sono distinti in vari settori: il giornalista Piero Angela “per il suo contributo alla divulgazione scientifica”, l’attore Lino Banfi “per aver saputo valorizzare la figura dell’anziano e sensibilizzare la società, sulla sua condizione attuale, attraverso la televisione” e Carlo Colaiacovo “per aver contribuito con la sua attività e la sua alta professionalitàimprenditoriale, allo sviluppo del Paese e a far conoscere la nostra regione nel mondo”. Moderatore della serata sarà il giornalista di Rai News 24, Stefano Corradino, che  si esibirà in un intermezzo musica, cantando canzoni scritte da lui,

Tommaso Maiorca – Agenzia Stampa Italia

 

MorenoFinamonti

CaterinaLucangeli


stampaitalia 300x250